Google+ Followers

mercoledì 23 novembre 2011

Agenzie di traduzioni sempre più numerose – un mercato molto frammentato ma in forte crescita, contro ogni aspettativa



Richieste servizi di traduzioni in crescita nel 2012
Oltre 19 miliardi di euro nel 2010 => fatturato delle agenzie di traduzione di tutto il mondo
Un tasso annuale di crescita  di oltre il 13% nel 2010
40 più grandi agenzie di traduzione =>  il 15% del mercato mondiale

E’ uscito nei mesi scorsi l’atteso studio sul mercato globale della traduzione, l’ultimo della medesima portata risaliva al lontano 2001.

Secondo quanto dichiarato da The Language Services Market - lo studio di Common Sense Advisory sul mercato globale dei servizi di traduzione - per realizzare tale indagine è stato necessario identificare la quasi l’integralità delle agenzie di traduzioni del pianeta, compito sicuramente non agevole visto la enorme frammentazione del mercato attuale.  Ne sono saate censite 23.380 in 150 nazioni. Il primo dato importante contenuto nel report svela che nel 2010  tali agenzie hanno prodotto un turn-over di oltre 19 miliardi di euro.

Ben dimensionando il mercato della traduzione, Common Sense Advisory è stata in grado di determinare con precisione un tasso annuale di crescita  di oltre il 13%. All'analista espero salta subito all'occhio che tale valore è eccezionalmente più elevato rispetto alla crescita mondiale. Interessante sarebbe verificare le ragioni di tale floridezza in questo settore specifico.
Grazie a questo importante lavoro di équipe, oltre ad una sua precisa misurazione, finalmente il mercato delle traduzioni ha rivelato la quasi integralità degli attori, dislocati nelle nove grandi aree geo-economiche del mondo: America del Nord e del Sud – Europa Occidentale – Orientale e Settentrionale – Asia – Africa – Oceania.

I paesi europei possiedono il maggior numero di società di traduzioni (15.470 su 23.380), ma si attestano solo sul podio del fatturato corrispondente: poco più del 43% del mercato pianetario – contro l’oltre 48% assegnato al Nord America. Nel nostro continente sono le aziende del Nord ad accaparrarsi la più grande fetta - 19% corrispondenti a oltre 7 miliardi di euro nel 2010); seguono quelle della fascia Occidentale con oltre l’11% (e quasi 4 miliardi di euro calcolati nel medesimo esercizio). Ogni anno in Europa una agenzia di traduzioni dalle medie dimensioni produce mediamente un fatturato di mezzo milione di euro.

Mentre le precedenti indagini consideravano che oltre il 30% del mercato mondiale era occupato da 30 società di traduzioni  - l’attuale studio  ci aggiorna ulteriorment su questo dato, rivelandoci che attualmente alle 40 più grandi LSP (Linguistic Service Providers) appartiene solo il 15% del mercato mondiale.

L'esito di questa indagine sembra un po’ discostarsi da quanto affermato dal collega Gianni Davico nel 2009, autore de L’industria della traduzione e di un articolo del 2003 dal titolo “Un italiano a Manhattan. Tendenze del mercato americano delle Traduzioni”.
La sua analisi, infatti, sembrava indicare che l'evoluzione del mercato della traduzione si concentrasse su segmenti di fascia elevata o molto bassa, a discapito della zona intermedia. Lo schema di questa struttura “a farfalla” sembrava ancor oggi valido. In realtà l'evoluzione delle grandi aziende sembra essersi ultimamente arrestata e la 'farfalla' si è del tutto trasformata in una struttura a 'totem' dove tutti gli attori del settore possono trovare la loro dimensione e crearsi una nicchia di mercato - insomma almeno per ora nella vendita dei servizi di traduzione non esiste ancora il colosso che distrugge e fagocita tutti i piccoli concorrenti. Quale sarà il futuro - siamo curiosi di conoscerlo - ci auguriamo che ci sia spazio per ogni professionista o imprenditore serio che onori questo antichissimo mestiere.

Fonte:

Nessun commento: